Boccia, andare oltre contratto e costruire

Scritto da , 3 Giugno 2019
image_pdfimage_print

“La ricetta choc ha bisogno di un piano di medio termine, non solo della prossima legge finanziaria. Occorre costruire, andare oltre quello che e’ il contratto di Governo e fare un piano di sviluppo di medio termine nel Paese, mettendo al centro occupazione e lavoro e valutando gli effetti sull’economia reale dei provvedimenti che il Governo vuole mettere in atto”. A dirlo, il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine di un convegno a Salerno.
Per il leader degli industriali, si tratta di fattori “determinanti sia per una spiegazione in chiave europea, e innanzitutto per una questione italiana”, perche’, aggiunge, “abbiamo un debito pubblico rilevante, abbiamo di fronte a noi un nodo risorse non facile perche’ non sono tante. Dobbiamo fare cose che hanno effetti sull’economia reale rilevanti nell’interesse del Paese”. Boccia chiarisce che, “finita la campagna elettorale, abbiamo delle grandi priorita’ davanti a noi, ancor prima della legge Finanziaria: la scelta del prossimo commissario in Europa che dovrebbe essere, a nostro avviso, un commissario di primo livello al commercio, all’industria, al mercato interno o alla concorrenza, i dirigenti italiani che rappresenteranno l’Italia all’interno della Comunita’ europea”. Capitolo “altrettanto importante” per il presidente di Confindustria e’ “il dopo Bce e il dopo Draghi”. Quindi, conclude, “aspettiamo questo chiarimento all’interno del Governo e speriamo che quanto prima si dia priorita’ a lavoro, occupazione e crescita”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->