Blitz antiterrorismo. Controllate 9 abitazioni a Scafati, caccia a un marocchino

Scritto da , 26 agosto 2017
image_pdfimage_print

SCAFATI – Numerosi controlli ieri mattina a Scafati per contrastare e prevenire il fenomeno dell’immigrazione clandestina ed anche per verificare la presenza di eventuali cellule terroristiche sul territorio cittadino. L’operazione è stata organizzata dai carabinieri del Ros, del comando provinciale di Salerno e che hanno visto impegnati i militari della nuova aliquota di pronto intervento, l’Api, creata proprio per fronteggiare con immediatezza l’opera di eventuali terroristi. L’iniziativa degli uomini dell’Arma tiene conto della direttiva del ministro dell’Intero, Marco Minniti, e in base alla recente riunione in prefettura. L’attività riguarda in maniera capillare in tutta la provincia di Salerno ed in particolare Agro nocerino e la Pia- na del Sele, dove sono concentrate le comunità mussulmane più numerose. Ieri, l’operazione ha riguardato specialmente Scafati, nel- la frazione di San Pietro. In via Pietro Conte, proprio a ridosso di via Benedetto Accardi, c’è stata una perquisizione in un appartamento messa a segno dai militari. Poco dopo l’alba infatti l’operazione ha preso vita in tutta la periferia cittadina (nove le abitazioni controllate) e quindi i controlli sono anda- ti avanti con insistenza per cercare di portare a termine i controlli rispetto alle segnalazioni che provengono dalle intelligence e dei corpi speciali antiterrorismo sul territorio nazionale. Al momento nulla di preoccupante ma questi controlli garantiscono non solo la prevenzione di eventuali azioni di malintenzionati ma anche per rassicurare la popolazione locale e per favorire una pacifica convivenza. Già qualche anno fa a Scafati c’era stata un’operazione dello stesso tipo ed in particolare i militari avevano scoperto la presenza di un nucleo di cittadini clandestini sul territorio che avevano cambiato più volte residenza. A Pagani, invece, alcuni anni fa fu scoperto un corriere di documenti per un gruppo di terroristi nordafricani. Ad oggi, ogni sospetto relativo a questa tipologia di comportamento viene indagato senza lasciare ombra di dubbio. Intanto, proprio la zona di via Lo Porto, via San Pietro e tutte le strade limitrofe sono quelle che a San Pietro ospitano il numero più grande di cittadini extracomunitari provenienti principalmente dal Nord Africa.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->