Bimbi e studenti puliscono i gradoni di Sant’Anna

Ha avuto inizio l’edizione 2012 di Puliamo il Mondo, manifestazione nazionale organizzata da Legambiente, come espressione di un più ampio progetto, sviluppatosi a livello internazionale, e denominato “Clean up the world”. E così per  tre giorni, dal 28 al 30 settembre, numerosi circoli di
Legambiente, presenti sull’intero territorio nazionale, organizzeranno
una serie di eventi ed iniziative allo scopo di sensibilizzare i
cittadini al recupero di aree comuni ma abbandonate sotto cumuli di
rifiuti. E all’interno di questo passaparola ecosostenibile, che tocca
dall’alto in basso l’intero Stivale, anche la città di Salerno risponde a
gran voce e si dimostra, sin da subito, pronta ad operare per la
salvaguardia del proprio territorio, forte anche dell’appoggio della
comunità locale e delle decine di volontari accorsi. Il circolo
Legambiente Salerno “Orizzonti” ha dato appuntamento nella mattinata di
ieri, presso la chiesa di Sant’Anna in via Salvatore De Renzi, a quanti
volontari e cittadini volessero partecipare a questa campagna di
sensibilizzazione ecosostenibile,  tesa in quest’occasione a rendere
fruibili i gradoni che collegano via Salvatore De Renzi con via
Risorgimento:  un bellissimo percorso panoramico deturpato da
comportamenti incivili. “Per questo progetto abbiamo usufruito della
piena ed attiva collaborazione dei piccoli allievi della Scuola
Elementare Montevergine Clemente Tafuri,- spiega Gianluca De Martino,
Presidente di Legambiente Salerno – ossia ben 32 aiutanti che,
accompagnati dalle proprie insegnanti, ed armati di tanta buona volontà
oltre che di pettorine, sacchi e guanti, si sono impegnati nel recupero
di tali gradoni, posti tra l’altro vicino a dove sorge la suddetta
scuola”. E lo stesso presidente di Legambiente Salerno afferma poi:
“In questo modo ci impegniamo non solo a rendere fruibili i suddetti
gradoni, ma anche a promuovere la città , e in particolar modo
determinate aree che, sebbene risultino dislocate rispetto alle zone
centrali, sono comunque parte integrante del tessuto urbano e di un
percorso turistico”. Importante è stato, senza alcun dubbio, anche
il coinvolgimento nell’iniziativa ecosostenibile, promossa da
Legambiente Salerno, dell’associazione Esn Salerno che ha partecipato
con alcuni studenti erasmus. “Ci interessiamo , come associazione –
spiega Antonio Belsito, Presidente Esn Salerno -, non solo di fornire
una prima accoglienza a tutti gli studenti erasmus giunti a Salerno, ma
anche di coinvolgerli attivamente, nel corso del loro soggiorno, in una
serie di eventi e manifestazioni a sfondo culturale e sociale”. Nel
corso di tale manifestazione era inoltre presente l’assessore comunale
all’ambiente, Gerardo Calabrese, che ha colto l’occasione per confermare
il proprio sostegno, così come quello del Comune, a tutte le iniziative
realizzate da Legambiente e tese alla salvaguardia del territorio
salernitano, ed ha così affermato: “Crediamo ed appoggiamo infatti
questa campagna per l’aiuto che, come ogni anno, offre alla pubblica
amministrazione, coinvolgendo l’intera cittadinanza nel rispetto della
natura e nella salvaguardia dell’ambiente urbano”.Francesca Cavaliere