Bilancio, ecco il parere dei revisori

Scritto da , 28 dicembre 2013

«Parere sfavorevole in ordine alla congruità, coerenza e attendibilità sulla variazione (di bilancio, ndr) proposta, fermo restante la possibilità, da parte del Consiglio Comunale, di poter rimuovere i rilievi espressi». Si conclude così il parere del collegio dei Revisori dei Conti, composto da Matteo Roscio, Antonio Bianchino e Gianfranco D’Onofrio, alla variazione di bilancio che approderà in aula lunedì. Le cifre sotto accusa riguardano l’alienazione delle aree pubbliche e la vendita della Centrale del Latte. I revisori, infatti, scrivono: «Le somme iscritte tra le variazioni in aumento delle entrate, a titolo di alienazione delle aree pubbliche per 58.916.000 euro e di alienazione del capitale della società partecipata “Centrale del Latte” per 12.700.000 euro, non sembrano ragionevolmente realizzabili entro la fine dell’esercizio 2013».  In pratica soldi che il Comune di Salerno non incasserà entro questo mese e probabilmente neppure nei primi mesi del prossimo anno. Si tratta, infatti, di vendite, sia per le aree pubbliche che per la Centrale del Latte, oggetto di ricorsi al Tar. Ed in particolare, per quanto riguarda l’alienazione dei diritti edificatori di Piazza Mazzini e via Vinciprova, di bandi bloccati già in sede cautelare al Tribunale amministrativo regionale di Salerno. Dunque, parere negativo dei revisori che pesa come un macigno sui consiglieri comunali, e soprattutto sui componenti della maggioranza che dovranno approvare la variazione lunedì. Dall’amministrazione comunale sembra che ci sia in parte la volontà di modificare l’atto in sede consiliare.  In una nota, l’assessore Buonaiuto e il direttore del servizio finanziario Della Greca scrivono: «Attesa l’imminenza della fine dell’esercizio le somme (contestate dai Revisori, ndr) non produrranno accertamenti e le relative spese correlate non risulteranno impegnate». Ed ancora dicono: «Oltre a non essere accertate ed impegnate entro l’esercizio 2013 non saranno riportare tra i residui attivi e passivi dell’esercizio finanziario 2013». In Consiglio comunale si dovrà modificare la delibera, seppur secondo quanto emerso dall’ultima commissione finanze sembra che l’intenzione dell’amministrazione comunale sia quella di modificare solo il testo del deliberato. Una soluzione questa che non convincerebbe, però, alcuni consiglieri comunali, e soprattutto l’opposizione, con Raffaele Adinolfi e Roberto Celano che hanno già avanzato le proprie forti perplessità durante l’ultima riunione di commissione.  Sia Adinolfi che Celano avrebbero chiesto la presenza in aula consiliare, durante la seduta di lunedì, dei tre revisori dei conti.

(andpell)

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->