Bellandi, stupito e grato per nomina vescovo Salerno

Scritto da , 4 Maggio 2019
image_pdfimage_print

“Con mio grande stupore Papa Francesco ha deciso di eleggermi Pastore della vostra Arcidiocesi. Una decisione sinceramente inaspettata, che mi riempie di commozione, gratitudine e, inutile negarlo, anche di intensa trepidazione”. Cosi’ monsignor Andrea Bellandi, finora vicario generale a Firenze, nominato oggi da Papa Francesco vescovo di Salerno-Campagna-Acerno, nel saluto alla sua nuova diocesi. “Sono entusiasta di iniziare con voi e tra voi questo nuovo tratto di strada della mia vita, certo che il Signore camminera’ con noi”, ha aggiunto. “Cerchero’ di accogliere tutti, ascoltare tutti, dialogare con tutti, amare tutti: in ogni persona c’e’ un riflesso del volto di Gesu’ da scoprire, sia essa credente o no, professi la fede cristiana oppure intenda onorare Dio all’interno di un’altra tradizione religiosa”: tutti e ognuno “cerchero’ di portare nel mio cuore”. Il nuovo vescovo ha poi ringraziato il suo predecessore, mons.Luigi, che “solo per motivi di salute ha dovuto interrompere anzitempo il suo ministero: grazie per l’affetto con il quale mi ha accolto, per i suggerimenti che sicuramente potra’ e vorra’ darmi, e anche per aver deciso di rimanere all’interno della comunita’ diocesana”. Nato a Firenze nel 1960, monsignor Bellandi viene ordinato sacerdote il 4 aprile 1985 entrando a far parte del presbiterio fiorentino. E’ stato finora docente della Facolta’ teologica dell’Italia centrale, di cui e’ stato anche preside dal 2003 al 2009. Nel settembre 2014 e’ diventato vicario generale della diocesi di Firenze. E’ stato fino a oggi anche vicepresidente della Scuola fiorentina per l’educazione al dialogo interreligioso e interculturale, di cui nel 2016 e’ stato fondatore, insieme al rabbino Levi e all’imam Elzir.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->