Barca di 20 metri rischia di affondare, salvataggio a Marina d’Arechi

Scritto da , 14 agosto 2016
image_pdfimage_print

Straordinaria operazione di recupero e salvataggio condotta nel Marina d’Arechi.A seguito di una importante infiltrazione di acqua, non eliminata dalle pompe di sentita di bordo, l’imbarcazione Sea Flower, di 20 metri di lunghezza, all’ormeggio da alcuni giorni, ha rischiato di affondare in porto.

L’intervento immediato degli ormeggiatori di Marina d’Arechi, tutti anche sommozzatori professionali, ha consentito la messa in sicurezza del motor yacht,  evitando il peggio.  Allertata, la Capitaneria di Porto di Salerno è subito intervenuta sul posto con una propria motovedetta, assumendo il coordinamento delle operazioni di salvataggio e recupero, a cui ha partecipato anche una squadra dei Vigili del Fuoco.

L’imbarcazione è stata immediatamente circondata da panne anti-inquinamento per evitare la contaminazione delle acque in caso di fuori uscita del carburante di bordo, sono stati poi posizionati palloni galleggianti, ancorati a fasce passate sotto la carena, così da impedire un ulteriore affondamento. Sigillati dall’esterno gli oblo, finiti sotto il livello del mare, con le pompe ad alta portata dei Vigili del Fuoco, si è, infine, provveduto allo svuotamento della imbarcazione, per consentirne il rimorchio sotto il travel lift del Marina d’Arechi, dove l’imbarcazione è stata imbracata, parzialmente sollevata, e messa definitivamente in sicurezza.

“Mi sento di dover sottolineare – ha dichiarato il presidente del marina Agostino Gallozzila straordinaria prontezza e professionalità del nostro team, che non ha perso la calma ed ha saputo prendere, proprio nelle prime cruciali fasi, le decisioni giuste. Un forte e sentino encomio ed un ringraziamento particolare desidero indirizzare alla Capitaneria di Porto, al Comandante in prima Angora, al Comandante Scirocco, al Comandante Staiano e alla squadra dei Vigili del Fuoco, non solo per la prontezza dell’intervento e per la riconosciuta ed indiscussa professionalità, ma innanzitutto per la capacità loro e dei loro uomini di dare a tutti la tranquillità di tenere la situazione sotto controllo. E’ nelle emergenze che si misura il valore della squadra ed in questa circostanza la squadra, fatta assieme dagli uomini del Marina d’Arechi, della Capitaneria di Porto e dei Vigili del Fuoco, ha dato prova di essere eccellente”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->