Baldi tentenna: stop a Forza Italia e ritorno con l’Udc

Scritto da , 30 aprile 2015

di Andrea Pellegrino

Giovanni Baldi si candida alle Regionali con Forza Italia o con l’Udc? La paradossale vicenda è iniziata ieri mattina quando è arrivato il primo rinvio della conferenza stampa che avrebbe dovuto ufficializzare la candidatura del cavese (e quindi il ritorno) nella lista di Forza Italia. Poi nel primo pomeriggio l’annullamento della conferenza stampa in programma al Comune di Cava de’ Tirreni seguita da voci di nuove trattative del consigliere regionale uscente con il suo vecchio partito, l’Udc. E a quanto pare Baldi si sarebbe riavvicinato a Cobellis proprio nelle prime ore della giornata di ieri. Così, lo stop all’ufficializzazione di Baldi, ieri mattina, sarebbe stato determinato da un intervento di Ciriaco De Mita impegnato nel comporre la lista Udc nelle cinque province campane. Il leader di Nusco avrebbe chiesto di “congelare” la candidatura in attesa di valutare nuovi scenari. Secondo indiscrezioni oggi dovrebbe arrivare l’annuncio ufficiale di Baldi, da cui dipendono anche alcuni destini politici nella sua Cava de’ Tirreni, chiamata al voto amministrativo a fine maggio. Ma naturalmente tutto può ancora accadere. Compreso un clamoroso ritorno in Forza Italia dove il commissario provinciale Enzo Fasano attende ancora che Baldi sciolga la riserva. Pare cosa fatta con Forza Italia, invece, la candidatura di Lello Ciccone, completamente fuori dalla compagine del Nuovo Centro destra che viaggerà separato dall’Udc. In casa Ncd, tra l’altro, pare che ci stia pensando anche Pasquale D’Acunzi, la cui candidatura non è più certa. Per ora in lista ci sarebbero, oltre D’Acunzi, Pasquale Citro (ex mastelliano), Pasquale Coppola di Scafati e Stefania Cola. In campo per la composizione della lista Ncd ci sarebbero il senatore Peppe Esposito, l’ex deputato Guido Milanese e l’ex sottosegretario Paolo Del Mese. Ritorno in Forza Italia per Clemente Mastella che dopo un approccio con l’Area Popolare avrebbe rimesso in remi in barca piazzando la moglie Sandra capolista azzurra nel collegio di Benevento. E l’ex leader di Ceppaloni pare abbia litigato con il suo ultimo segretario provinciale dell’Udeur Luigi Nocera ora in viaggio verso il Centro Democratico presente nella coalizione di Vincenzo De Luca. Infine, il caso Carmen Guarino. Ieri diversi ambasciatori della direttrice di Rete Solidale avrebbero incontrato alcuni big politici a Roma. La Guarino spera in un ripescaggio a sinistra, e nello stesso Pd, grazie ad una possibile intercessione di Andrea Cozzolino. Seppur le trattative sarebbero aperte con il centrodestra ed in particolare con Mara Carfagna e con lo stesso Stefano Caldoro che le avrebbe offerto un posto nella sua civica.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->