Auto blu ai consiglieri politici: Fi attacca, la giunta corregge il tiro

Scritto da , 13 Luglio 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Viaggeranno in auto blu i consiglieri politici del presidente Vincenzo De Luca. Proprio così, a leggere testualmente la delibera ed il nuovo regolamento. Una auto per coloro che sono stati accontentati politicamente con un incarico più onorifico che tecnico. La giunta regionale ha infatti approvato il nuovo regolamento che disciplina l’utilizzo delle auto blu che saranno con tanto di autista. E, sempre secondo la delibera, dovrebbero essere tredici i fortunati destinatari dell’auto regionale. Partiamo da Franco Alfieri, consigliere regionale mancato, sindaco di Agropoli, approdato ultimamente a Palazzo Santa Lucia con l’incarico di consigliere politico del presidente delegato alla caccia, pesca ed agricoltura. Anche il neo nominato Luigi Carmelo Della Greca che arriva direttamente da Salerno, super dirigente al bilancio ai tempi di De Luca sindaco, viaggerà in auto blu con autista. Ancora un altro salernitano: Enrico Coscioni che si occupa di sanità, dopo non essere stato rieletto in aula consiliare. Ci sono poi Biagio Iacolare, Nello Di Nardo, Sebastiano Maffettone (che è anche presidente della Fondazione Ravello), Costantino Boffa, Patrizia Boldoni – che oltre ad occuparsi di turismo a Palazzo Santa Lucia è anche a capo della Scabet – poi Mario Mustilli (che si occupa di economia), Paolo De Joanna, Francesco Caruso ed Umberto Siola. Pare che faccia eccezione Luca Cascone, unico consigliere regionale eletto che beneficerà dell’auto blu, grazie alla delega ai trasporti. «Tornano le auto blu con autista, anche per i 13 consiglieri del presidente De Luca. Ma non dovevamo metterle all’asta?», incalza il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania Armando Cesaro, commentando le disposizioni della Giunta Regionale che modificano il regolamento per l’assegnazione e l’utilizzo delle autovetture di servizio. «Capisco che la Campania deve camminare ‘A testa alta’ e che con un’auto blu anche i consiglieri del presidente ci fanno una certa figura, – ironizza Cesaro – ma è davvero sorprendete che si giustifichi questa scelta con ragioni di ‘razionalizzazione, trasparenza e contenimento delle spese’, come recita l’articolo 1 del nuovo Regolamento». «Senza contare – sottolinea il presidente dei consiglieri campani di Forza Italia – che le funzioni di consigliere del presidente devono essere svolte a costo zero. Ci aspettiamo chiarimenti», conclude Cesaro. Segue il tweet di Severino Nappi, responsabile nazionale Politiche per il Sud di Forza Italia e Vicecoordinatore Forza Italia Campania con delega alle amministrazioni locali, che cinguetta: «Consiglieri De Luca: a testa alta? No, in auto blu. Ennesima doppia morale della Giunta De Luca che come al solito predica bene ma razzola male. Auto blu per i 13 consiglieri di De Luca. Fortuna che avevano promesso di metterle all’asta». Ma in serata arriva la replica da parte dell’assessore Sonia Palmeri: «I Consiglieri del Presidente, citati nella delibera in quanto inseriti tra le dirette collaborazioni, nell’annunciata deliberazione successiva – richiamata nello stesso regolamento e che sarà adottata per l’attuazione entro trenta giorni – non rientreranno tra i possibili fruitori. Inoltre come previsto dalla delibera, saranno autorizzati solo singoli spostamenti motivati da specifiche ragioni di servizio che non comprendono, per tutti, “spostamenti tra abitazione e luogo di lavoro”. Abbiamo solo adeguato alle sopravvenute normative nazionali un regolamento datato – ha dichiarato l’assessore al Demanio Sonia Palmeri – senza ampliamenti, e senza assegnazione di alcuna autovettura ad personam».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->