Auditorium: al via i bandi di gara per l’affidamento della struttura

Scritto da , 5 dicembre 2018
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Il 2019 potrebbe essere l’anno della svolta per l’Auditorium di Salerno. Dopo numerosi annunci, smentite, programmi stilati e passi indietro – il tutto condito da polemiche varie tra Comune, teatro Verdi e Conservatorio – la struttura di via De Renzi potrebbe finalmente aprire le sue porte al pubblico con l’inizio del nuovo anno. A confermarlo, ancora una volta, Antonio Marzullo, direttore del teatro Verdi di Salerno che, in quanto ente economico, dovrebbe cogestire la struttura insieme al Comune. Proprio in questi giorni, infatti, da Palazzo di Città si starebbe procedendo con le gare di affidamento in quanto «una struttura dotata di grandi tecnologie ha bisogno di manutenzione, di personale capace per la sicurezza – ha spiegato ancora Marzullo – Credo che quello sarà un altro obiettivo che l’amministrazione sta puntando ma penso sia in via di definizione». Intanto, resta confermato il concerto per l’inaugurazione a cui dovrebbe partecipare anche il Conservatorio di Salerno, nonostante le polemiche dei mesi precedenti proprio in merito alla gestione della struttura che tarda ancora a vedere la luce del sole, pare per futili motivi in via di risoluzione, come la mancanza di suppellettili e targhette per il wc. Il direttore del teatro Verdi ancora una volta ha confermato la piena disponibilità da parte del sindaco affinché l’Auditorium possa essere utilizzato anche dagli studenti del conservatorio. Nel frattempo, come già annunciato pochi giorni fa, a breve dovrebbero iniziare i lavori per la realizzazione dei parcheggi nei pressi del conservatorio Martucci di Salerno, dopo la richiesta avanzata dalla consulta studentesca. Ad oggi, resta ancora da chiarire se l’azienda che gestisce il trasporto pubblico su gomma, Busitalia, si rende disponibile ad offrire il servizio navetta per studenti e docenti che dovrebbero collegare via Ligea e via De Renzi. Di certo c’è che ad oggi tutto è stato posticipato al 2019 e agli studenti e alle orchestre non resta che attendere

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->