Ato, ecco il «partito di De Luca», a destra l’impresa di Celano e Cuozzo

Scritto da , 2 febbraio 2017
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

Presentate le liste per la formazione del nuovo consiglio dell’Ato per la gestione del ciclo dei rifiuti. I sindaci sono chiamati alle urne il prossimo 6 febbraio. In base alla dimensione del proprio Comune eleggeranno i propri rappresentati. Ventidue in tutto i componenti del Consiglio che poi dovranno eleggere il proprio presidente. Tre le fasce: cinque le liste presentate. Tre da parte dello schieramento deluchiano; due denominate “Campania pulita” firmate dal centrodestra e fortemente volute dal consigliere comunale di Salerno, Roberto Celano e dall’ex assessore provinciale Michele Cuozzo. Per la fascia A, si consolida l’accordo tra i deluchiani ed alcune componenti del centrodestra. E’ il caso del sindaco di Battipaglia Cecilia Francese che piazza il suo delegato Gianluca Di Giovanni. Poi c’è Manlio Torquato, sindaco di Nocera Inferiore e Salvatore Bottone di Pagani. Capolista l’assessore all’ambiente del Comune di Salerno, Angelo Caramanno, seguito dall’ex consigliere provinciale del Pd, Giovanni Coscia. C’è anche il primo cittadino di Cava de’ Tirreni, Enzo Servalli, neo eletto anche alla carica di consigliere provinciale. Per la fascia B, ci sono: Vincenzo Sessa, Cosimo Annunziata, Vincenzo Garofalo, Giuseppe Senatore, Vito Montella, Antonio Marra, Pasquale Caroccia, Pietro D’Angiolillo (Ascea), Nicola Miranda. Infine, per la fascia C ci sono Sergio Bonito (assessore al Comune Minori), Antonio Manzi, Giacinto Padula ed Oscar Imbriaco. Per la lista “Campania pulita”, concorrono per la fascia B, Nunzio Carpentieri e Rocco Giuliano. Per la fascia C, Giampiero Nuzzo, Davide Scermino (coordinatore cittadino di Forza Italia di Vietri sul Mare), Sergio Goffredi e Michele Iannuzzelli.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->