Ato, De Luca commissario

Scritto da , 3 gennaio 2015
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

L’Ato per la gestione dei rifiuti urbani di Salerno è stato commissariato. Con una sorpresa: commissario sarà Vincenzo De Luca. Proprio il sindaco di Salerno che in questi mesi aveva contestato la legge regionale per il riordino del servizio di gestione dei rifiuti urbani e la conseguente costituzione degli ambiti territoriali ottimali che sarebbero dovuti e devono essere costituiti dai comuni del comprensorio. La nomina è arrivata a fine anno, proprio durante l’ultima seduta della giunta regionale Caldoro. Ma non solo. Per Vincenzo De Luca ci sarà un compito in più. Sarà lui stesso ad essere commissario di quei Comuni che non hanno ancora approvato lo schema di convenzione. E l’elenco è lunghissimo.  Al momento, secondo una prima ricognizione, la convenzione è stata approvata solo a Pontecagnano Faiano, Giffoni Valle Piana e Giffoni Sei Casali, Teggiano, Moio della Civitella e Castelcivita e Mercato San Severino. Per il resto, ora ci dovrà pensare il sindaco di Salerno che nelle prossime ore riceverà l’incarico ufficiale, dopo il disco verde dell’esecutivo regionale. Lo scorso 23 ottobre l’ultima diffida da parte di Stefano Caldoro ai Comuni, il 31 dicembre, invece il commissariamento. Ora stando la procedura, il commissario dovrà far sottoscrivere la convenzione a tutti Comuni (l’Ato di Salerno è composto da 161 comuni, compresi i tre della provincia di Avellino), poi si dovrà riunire la conferenza d’ambito. Ciò consentirà il superamento dei consorzi e delle società che attualmente si occupano della gestione dei rifiuti in provincia di Salerno. Ma la partita è tutta affidata al commissario De Luca che avrà tutti i poteri per risolvere la complicata vicenda.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->