« Assente a San Matteo, non a San Ciriaco»

Ciriaco De Mita si riscopre guaritore dei malanni di Vincenzo De Luca
che ha dato forfait venerdì alla processione di San Matteo per un
improvviso malore. Questo, almeno, raccontano le fonti ufficiali. Un malore che, però, è durato poco visto che, ieri, il sindaco ha presenziato alla presentazione del libro del suo (ex) nemico Ciriaco De Mita. Un’occasione per la quale, il primo cittadino ha messo addirittura a disposizione il Salone dei marmi di Palazzo di città . E la celere ripresa del sindaco non è passata inosservata, tanto che il vicecoordinatore vicario del PdL della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, non ha tardato ad ironizzare sulla presenza del sindaco all’appuntamento con il suo acerrimo nemico. « De Luca assente a San Matteo, presente a San Ciriaco. De Luca disdegna Gargamella (Bersani) e lo Zecchino d'oro (Renzi), ma accoglie Nabucodonosor (De Mita) – si legge nella nota – Con l'incontro di oggi a Salerno, il vecchio cattocomunismo è servito. Manca solo che i due riarruolino Bassolino ed è ricomposto il triangolo rosa che ha sfasciato la sanità , determinato lo scandalo rifiuti e sommerso di debiti la Campania, con particolare danno arrecato ai cittadini di Salerno e provincia. Non ci voleva uno statista mancato o uno storico improvvisato per dedurre che la storia d'Italia continua, ma guardando con mestizia al passato la Nazione può facilmente concludere che è meglio il nuovo che avanza rispetto ai vecchi avanzi. Politicamente parlando, s'intende!» .