Ascoli e Salernitana: noia, sbadigli ed un pareggio inutile

Scritto da , 25 ottobre 2016
salernitana

di Marco De Martino

ASCOLI PICENO. Finisce con uno scialbo ed inutile pareggio ad occhiali il match tra Ascoli e Salernitana. Poche le emozioni, con la Salernitana che va più vicina al gol rispetto ai padroni di casa, in particolare con Caccavallo che in chiusura di prima frazione colpisce la traversa su calcio di punizione. I granata restano nella zona medio bassa di classifica a quota 12 punti nonostante il quarto risultato utile di fila, il terzo pareggio consecutivo.

La gara nei primi venti minuti è a dir poco orrenda. Nessun tiro, nessuna azione tanti, tantissimi errori. Poi al 28′ c’è il primo sussulto, di marca granata con Zito che, servito da Coda in area, batte di sinistro ma prima Lanni, poi il palo ed infine l’arbitro che ferma tutto per un fuorigioco dubbio gli dicono di no. Quattro minuti dopo Caccavallo fallisce una ottima opportunità colpendo maldestramente di testa, dopo un cross di Vitale, e mandando la palla alta sulla traversa. La Salernitana continua a premere ed al 38′ Lanni è bravo e tempestivo ad anticipare Coda, lanciato da Improta, in extremis con una uscita disperata in tuffo. Il Primo tentativo dell’Ascoli giunge al 40′ con una mezza girata di Cacia col pallone che però finisce lontano dai pali di Terracciano. La più grande opportunità però arriva proprio al 45′ quando la pennellata di Caccavallo su punizione dai 25 metri manda la palla ad infrangersi sulla traversa a Lanni battuto. Una emozione che chiude la prima frazione sul risultato ad occhiali.

L’avvio di ripresa è simile a quello precedente, con le due squadre in piena confusione e con gli errori che si susseguono da una parte e dall’altra. Ci prova, al 58′, ancora Caccavallo il quale su servizio di Vitale prova la volèe mancina che però si spegne alta sulla traversa. Un minuto dopo l’ex Gatto ha però sul piede la palla del vantaggio ma Terracciano è strepitoso nella respinta in uscita bassa. La risposta della Salernitana è affidata ad Improta che dopo uno slalom in area conclude di sinistro, Lanni devia come può, sulla respinta si avventa Caccavallo il quale deposita in rete ma l’arbitro annulla per offside. Ancora un giro di lancette e Orsolini, dalla parte opposta, approfitta dell’ennesimo pasticcio firmato Tuia-Vitale, conclude a rete a botta sicura ma la palla termina di un soffio a lato. L’Ascoli di tanto in tanto esce dal guscio come al 78′ quando Gigliotti ci prova in due tempi su punizione ma la sua conclusione di destro termina fuori di un metro. La partita termina qui, nonostante l’innesto di Rosina al posto di Caccavallo. A parte un tentativo infruttuoso di Gatto al 93′, non succede più nulla: Ascoli e Salernitana si dividono la posta in palio con uno scialbo 0-0.
ASCOLI-SALERNITANA 0-0

ASCOLI (4-3-3): Lanni; Almici, Augustyn, Gigliotti, Felicioli (86′ Mengoni); Cassata, Bianchi (60′ Carpani), Giorgi (55′ Addae); Orsolini, Cacia, Gatto. A disp.: Ragni, Cinaglia, Jaadi, Hallberg, Lazzari, Perez. All.: Aglietti

SALERNITANA (3-5-2): Terracciano; Perico, Bernardini, Tuia; Improta, Busellato (86′ Odjer), Della Rocca, Zito, Vitale; Caccavallo (67′ Rosina), Coda. A disp.: Iliadis, Mantovani, Luiz Felipe, Laverone, Ronaldo, Donnarumma, Joao Silva. All.: Sannino

ARBITRO: Baroni di Firenze (Formato-Villa) Quarto uomo: Piccinini.

NOTE: Spettatori 5655 di cui duecento da Salerno. Ammoniti Addae, Augustyn, Tuia, Carpani. Recupero 0′ e 5′

Consiglia