Anno nuovo, idioti vecchi Le scorrerie dei vandali all’alba del 2016

Scritto da , 2 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

SCAFATI. Nella notte tra il 31 e il 1, furto e danni al centro. Sono due i parcometri e due le auto che pagano il conto degli atti vandalici e il tentato furto delle prime ore di quest’anno. Quello che è accaduto a Scafati in pieno centro nella notte di San Silvestro ha lanciato anche per il 2016, l’ennesimo segnale d’allarme per i fenomeni di microdelinquenza e mancata sicurezza che da tempo attanagliano il centro del paese . Ad essere presi di mira dai delinquenti  questa volta sono stati sia il parcometro che si trova nella centralissima piazza Vittorio Veneto, che quello posto in via Pietro Melchiade, ubicato proprio accanto all’ufficio postale, oltre a due auto parcheggiate nel piazzale antistante la Villa Comunale . Nel caso che ha visto come bersaglio i parcometri, i vandali avrebbero posizionato prima del materiale esplodente (forse botti di fine anno) all’interno degli erogatori di ticket e dopo l’esplosione avrebbero continuato l’atto vandalico con delle spranghe di ferro, forzando i totem. Una volta divelta la parte anteriore sono riusciti ad asportare il vano portamonete del parcometro situato in piazza, l’operazione di portare via il contenitore con le monete non è  riuscita però in via Pietro Melchiade, forse perché i ladri avrebbero notato che qualcuno li stava osservando. Gli uomini della tenenza di Scafati, allertati verso le otto del mattino da alcuni passanti, si sono portati in piazza Vittorio Veneto e in via Pietro Melchiade accertando e relazionando l’accaduto. Il secondo episodio criminoso ha visto bersaglio dei malfattori due autovetture, una Suzuki Swift e una Lancia Y, fortemente danneggiate a colpi di sanpietrini mentre erano in sosta nel piazzale Aldo Moro.  Ad accorgersi dell’accaduto alcuni frequentatori del centro anziani, che pure da tempo pagano in prima persona la poca sicurezza del centro polivalente che frequentano ubicato a pochi metri. Una volta allertati i proprietari delle auto, residenti in un palazzo vicino, sono accorsi immediatamente e ancora in pigiama hanno chiesto l’intervento delle forze dell’ordine, che anche in questo caso giunti sul posto, hanno potuto, per ora, solo constatare i danni alle autovetture, avevano entrambe i parabrezza sfondati e i vetri delle portiere anteriori in frantumi .  Molto probabilmente si cercherà di risalire ai responsabili degli atti vandalici e del furto attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti sul territorio. Una buona occasione per verificarne l’efficacia dopo lo scontro politico avvenuto negli ultimi due consigli comunali tra il consigliere Angelo Matrone, che ne denunciava i malfunzionamenti, e l’assessore alla sicurezza  Antonio Pignataro che ne difendeva l’efficienza. Nel frattempo l’ente e la cittadinanza subiscono i primi danni economici del 2016, infatti i parcometri sono di proprietà comunale e il loro danneggiamento ha un valore complessivo vicino ai 15mila euro, mentre le autovetture vandalizzate hanno riportato danni per svariate centinaia di euro. Davvero un non buon inizio d’anno per la città e i cittadini del centro in termini di sicurezza, vivibilità e tranquillità.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->