Altra settimana interlocutoria per il mercato della Salernitana

Scritto da , 29 giugno 2014

SALERNO. Aspettando i saldi… E’ ancora ferma a Giacomini la lista degli acquisti effettuati finora dalla Salernitana. E, fatta eccezione per il raggiungimento dell’accordo con Bianchi e Pestrin, anche questa settimana sta per concludersi senza innesti ed ufficialità. Se si considera che il mercato aprirà i battenti soltanto tra tre giorni e che, in tempi di crisi economica, difficilmente un club si priva dei pezzi pregiati, si può dire che è prematuro per fare qualunque tipo di considerazione. La tifoseria, desiderosa di tornare a lottare per il vertice dopo un anno negativo, spera che la società porti a Salerno qualche nome importante ed in grado di riaccendere l’entusiasmo popolare, ma per far questo c’è bisogno di tempo. “Un calciatore che sembra inarrivabile a giugno può diventare un obiettivo concreto ad agosto, quando capisce che può essere riserva in A o in B e che è meglio scrivere la storia in un club importante di Lega Pro” dichiarò Somma, concetto sposato appieno dalla società e dalla dirigenza che, non a caso, ha accantonato nomi di media caratura puntando su elementi di categoria superiore per i quali, come detto, ci vorrà un pò di tempo in più. E’chiaro, però, che tra meno di un mese si partirà per il ritiro e la squadra dovrà avere una fisionomia piuttosto delineata: le certezze sono Gori, Tuia, Bianchi, Scalise, Giacomini, Volpe, Pestrin, Foggia e Grassi, una base già migliore rispetto ad un anno fa, quando in ritiro si partì con Zampa, Topouzis, Luciani, Iannarilli e Chirieletti, calciatori che obiettivamente non hanno reso in base alle aspettative. A loro saranno aggiunti in corso d’opera 10-12 calciatori e la situazione, al momento, è la seguente: per la porta c’è il no di Pelagotti e Fabiani punta su Russo, 24 anni reduce dall’esperienza con l’Ascoli. In difesa sembra poco praticabile lo scambio con la Juve Stabia (che vuole Sembroni) tra Lanzaro e Ginestra, anche perchè il “cobra” è corteggiatissimo dal Gallipoli in D ed il difensore percepisce oltre 100mila euro di ingaggio. Con Rigione blindato dal Catanzaro e Pratali che prende tempo, ecco che Fabiani ripensa ad Altobello e non esclude la pista Cottafava, giocatore molto stimato da Somma. A completare il reparto potrebbe essere Schiavino, anch’egli area Ascoli, ma reduce da un campionato negativo nelle Marche. A centrocampo si registra una frenata per l’affare Giandonato: con il Parma si è raggiunto l’accordo per il prestito secco, ma il giocatore ha chiesto qualche giorno di tempo per valutare il da farsi sperando, contestualmente, in una chiamata dalla B. Tanti calciatori contattati dalla Salernitana, in realtà, stanno facendo lo stesso ragionamento: Negro potrebbe restare a Latina, Ghezzal, Gabionetta e Gonzalez sono seguiti rispettivamente da Carpi, Bari e Catania, lo stesso Altobello piace al Lanciano, ma ha dato priorità alla Salernitana. Per l’attacco si registra l’interesse del Trapani per Evacuo (con cui l’accordo pare definitivamente saltato così come per Gustavo), per Marotta i tempi sono lunghi perchè il Bari non ha ancora scelto allenatore e direttore sportivo. A giorni, infine, Lotito convocherà a Roma il terzino destro Pollace per parlare di un eventuale trasferimento a Salerno: potrebbe essere l’unico innesto dalla Lazio. Per il centrocampo infine le trattative che portano a Giandonato del Parma ed a Nolè della Ternana sono a buon punto ma ferme alle richieste dei calciatori ritenute ancora alte. Gaetano Ferraiuolo

Consiglia