Alla ripresa lungo summit tra squadra e tecnico

Scritto da , 4 febbraio 2015
di Marco De Martino
SALERNO. Messa a tacere la ridda di voci (e polemiche) scatenate dal mercato, la Salernitana prova a tornare alla normalità. Senza la finestra invernale della campagna trasferimenti probabilmente i granata avrebbero qualche punto in più. Di sicuro ci sarebbe uno stato d’animo più sereno in seno al gruppo, aspetto fondamentale per chi punta a vincere il campionato, che Menichini e la squadra proveranno subito a ritrovare. Ieri è stato fatto il primo passo in tal senso. Negli spogliatoi del Volpe, prima di cominciare la prima seduta settimanale e post mercato, il gruppo si è intrattenuto a lungo con il trainer per parlare di quanto accaduto nelle ultime settimane e di mettere da parte malumori e delusioni personali per lasciare posto alla concentrazione ed alla determinazione necessarie per riprendere il discorso interrotto circa un mese fa e puntare alla promozione diretta. Dopo quelli ricevuti dai tifosi lunedì sera, anche i compagni hanno riservato a Maikol Negro tanti attestati di stima, per esprimere la loro soddisfazione per la sua permanenza in granata. Discrete notizie intanto sono giunte dall’infermeria, dove praticamente tutti gli acciaccati sono stati recuperati. Tutti tranne, naturalmente Bianchi, che sta continuando la riabilitazione e che ne avrà per un altro mese, ed Andrea Bovo. Ieri gli accertamenti clinici e strumentali hanno confermato l’elongazione al muscolo semitendinoso destro del centrocampista che, come anticipato nei giorni scorsi, dovrà osservare almeno tre settimane di riposo assoluto prima di poter riprendere ad allenarsi. Poco più di un mese di stop dunque per lui, una grana in più per Menichini. Dopo il faccia a faccia negli spogliatoi, naturalmente il gruppo ha ripreso gli allenamenti al campo Volpe, sostenendo partite a tema, lavoro atletico e  partita a campo ridotto. Oltre a Bianchi e Bovo,  Pezzella ha svolto lavoro differenziato mentre il resto del gruppo si è regolarmente allenato. Con l’Ischia dunque torneranno disponibili Moro, Gabionetta e Tuia. Frecce in più per l’arco di Menichini, che contro gli isolani potrebbe decidere di rimescolare le carte, sia dal punto di vista tattico che nella scelta degli uomini. Stamattina all’Arechi, dalle 10,30, il tecnico inizierà con le ipotesi di formazione. D’ora in poi conta solo il calcio giocato. Finalmente…
Consiglia