Alla conquista dei turisti russi

Scritto da , 21 maggio 2016

 

Ieri mattina presso la sede della Camera di Commercio di Salerno, la conferenza stampa di presentazione dell’Educational tour dedicato a 110 tour operator russi, che visiteranno in due diverse tappe – dal 21 al 28 maggio e dal 4 al 10 giugno – le bellezze del territorio campano

 

Di OLGA CHIEFFI

Adottare strategie comuni tra Regione, Enti locali, Associazioni, compagnie aeree per sviluppare azioni incisive sul mercato russo sotto il profilo turistico. E’ certamente l’obiettivo che si pone l’Educational tour dedicato a 110 tour operator russi, che visiteranno in due diverse tappe – dal 21 al 28 maggio e dal 4 al 10 giugno il nostro territorio. L’Educational tour è frutto di un lavoro capillare realizzato dalla Confesercenti Salerno, presieduta dal commissario Pasquale Giglio. La Russia, infatti resta uno dei mercati obiettivo della nostra politica turistica. Per questo abbiamo presentato le nostre iniziative con lo scopo di confrontarsi per “aggredire” sinergicamente un mercato così importante. Occorre imprimere una forte spinta nel lavoro di promozione proprio in questo periodo prima che lo facciano altri Paesi, perché si è aperto un mercato di cinque milioni di russi che stanno cambiando la loro destinazione: dalla Turchia, Egitto si stanno orientando verso altre destinazioni come Italia, Spagna, Croazia. È necessario, allora, puntare sull’accoglienza ed in particolare con servizi dedicati proprio ai russi, applicando una politica di costi competitivi al fine di fidelizzare il turista russo verso l’ Italia ed in particolare verso la destinazione Campania. In particolare il mercato russo è interessato al cluster mare legato all’enogastronomia e alla moda, un trinomio, ha commentato la coordinatrice regionale Assoturismo Confesercenti, Bianca Pierri Cecaro, organizzatrice dell’Educational tour, che la Campania può “spendere” con grande credibilità. La splendida città di Napoli, la maestosa Reggia di Caserta, una tappa a Roma, gli scavi archeologici di Paestum e il Cilento, con le sue perle – Casalvelino, Palinuro, Marina di Camerota, Acciaroli e Santa Maria di Castellabate – saranno le mete che accoglieranno i tour operator russi, a caccia di nuove destinazioni da proporre al proprio mercato di riferimento. Ora c’è l’interesse puntuale, da parte delle agenzie russe, di vendere a sportello la nostra destinazione. Per ora ci sono 5 aerei che arrivano su Napoli ogni settimana, ma speriamo che il prossimo anno, se i lavori dell’aeroporto Costa d’Amalfi proseguono in fretta, di organizzare qui dei charter con la Russia. Fin dal primo educational l’amministratore delegato della Sicme Energy e Gas, Pierluigi Punzi, ha fortemente sostenuto questa iniziativa. “La società – leader nella fornitura di energia elettrica e gas naturale del Sud Italia – sostiene il settore alberghiero, puntando al miglioramento delle capacità commerciali e marketing delle strutture di accoglienza, mediante una serie di azioni promosse a favore dell’industria alberghiera: da seminari con esperti del comparto, a veri e propri blogger tour, grazie ai quali promuovere il territorio e incrementare l’incoming, agli educational tour. Salerno e provincia hanno una straordinaria vocazione al turismo, gli albergatori sono i nostri migliori clienti, dobbiamo aiutarli a fare business, per ottenere insieme risultati prestigiosi. Il turismo genera indotto ed è anche un vantaggio per il commercio, è infatti prevista tra l’altro una tappa del tour al Cilento Village. Conclusioni interessanti quelle di Vincenzo Schiavo, nel doppio ruolo di Presidente della Confesercenti Campania e di console russo onorario, il quale intende conquistare questo mercato che prevede una forte destagionalizzazione in novembre e a Pasqua, avvicinandosi ai gusti dei turisti russi e in particolare formando addetti che negli alberghi e nei luoghi turistici parlino la lingua russa, in modo da mettere a proprio agio quanti vorranno venire in Italia e in Campania. Inoltre, è stato stampato uno splendido volume di 400 pagine sulle meraviglie della nostra regione, interamente in lingua russa, che sarà donato agli ospiti dell’educational Tour.

Consiglia