Alfano gela le opposizioni: «De Luca si deve insediare»

Scritto da , 11 giugno 2015

De Luca eleggibile e candidabile. Il Consiglio regionale non verrà sciolto. Due question time e due risposte che forse nessuno si aspettava da parte del Ministro dell’Interno Angelino Alfano che ieri ha risposto alle interrogazioni di Paolo Russo di Forza Italia ed Edorado Scotto di Sel.
Per quanto riguarda quella del deputato forzista, che chiedeva conto della condanna in primo grado dell’ex sindaco di Salerno, Alfano ha precisato che «De Luca era candidabile ed eleggibile. La procedura della legge Severino scatterà dopo la proclamazione da parte della Corte di Appello e coinvolgerà diversi organi amministrativi prima della firma del decreto da parte del presidente del Consiglio». «Ai fini dell’avvio del procedimento finalizzato alla sospensione – chiarisce Alfano – occorre attendere la proclamazione degli eletti. La sospensione può essere applicata solo nei confronti di chi è già in carica. In tutti i precedenti casi analoghi la sospensione è sempre stata successiva alla proclamazione degli eletti. Gli adempimenti procedurali comportano l’intervento di più amministrazioni per poi concludersi con il decreto del presidente del Consiglio».
Non si parla, allo stesso modo, di scioglimento del Consiglio regionale, circostanza in merito alla quale chiedeva chiarimenti Sinistra ecologia e libertà. «Il Consiglio regionale non sarà sciolto. L’eventuale sospensione del neo eletto presidente non inficia l’assemblea» -ha detto il vicepremier.
(man)

Consiglia