Albero s’abbatte su un tavolino. I cittadini: «Manca la manutenzione»

Scritto da , 3 febbraio 2015

Attimi di paura ieri mattina all’interno della Villa Carrara di Salerno nel quartiere Pastena dove un albero secolare è d’improvviso crollato davanti agli sguardi attoniti dei presenti. Fortunatamente nessuno ha riportato danni fisici per quella che poteva essere davvero una vera e propria strage: l’enorme albero si è infatti schiantato su di un tavolino e sedie dove quotidianamente degli anziani si intrattengono a giocare a carte. Solo le condizioni metereologiche avverse hanno, probabilmente, evitato una tragedia: gli abituali frequentatori della villa, infatti, ieri mattina non erano seduti al loro “amato” tavolino a causa della pioggia. Ma in villa qualcuno, al momento del cedimento del vecchio albero, c’era. Come, ad esempio, Mario Mariano: «Ero in sella alla mia bici, dall’altro lato della grande aiuola, ho visto tutto, si è trattato di un attimo! L’albero è venuto giù all’improvviso; in quel momento nella prossimità di esso stava sostando una signora intenta a leggere un libro: fortunatamente appena avvertito lo scricchiolio subito si è resa conto di ciò che stava accadendo e ha avuto i riflessi pronti nello spostarsi». Da tempo era stata segnalata la pericolosità dell’albero che si trovava in posizione inclinata ed inoltre aveva le radici completamente consumate: «Abbiamo segnalato il pericolo a tutti, al Comune, a chi è venuto ad effettuare qualche settimana fa la potatura ma la cosa è stata presa sottogamba…» – afferma uno dei testimoni- «Qui la mattina oltre ad intrattenersi persone anziane, scendono anche a giocare bambini che abitano nei dintorni, non c’è sicurezza. Ora un altro albero a rischio è quello di magnolie, al lato destro della villa, chi provvederà alla sua manutenzione?». Nel frattempo la zona interessata dal crollo dell’albero è stata transennata dai vigili del fuoco. Insomma, alla base ci sarebbe – come spesso accade – un problema di mancata manutenzione molto spesso giustificato, dall’amministrazione comunale, con una mancanza di risorse per poter effettuare gli interventi di messa in sicurezza. Anna Santimone

Consiglia