Al “Tasso” tutti a scuola by night

Scritto da , 16 gennaio 2015
image_pdfimage_print

Iscrizioni dimezzate in 7 anni, solo 30.000 studenti iscritti in prima nell’anno scolastico 2013/2014, pari al 6% del totale. La crisi del Liceo Classico è grave, e bisogna correre ai ripari. Per sfatare alcuni vecchi pregiudizi, ieri, dalle ore 18 alle 24, una grandissima iniziativa ha unito i licei classici della penisola e in particolare quello di piazza San Francesco, il Torquato Tasso: la “Notte bianca del Liceo Classico”. Una serata di festa con teatro e danza, un viaggio tra letture e poesie. Sono ben 104 gli istituti aderenti, dal Petrarca di Trieste al Campanella di Reggio Calabria. Forse si riuscirà a cambiare idea. Grazie agli studenti, veri protagonisti dell’iniziativa. Sono stati loro, infatti, a mettersi in gioco, tra spettacoli, letture e iniziative, addirittura improvvisandosi “guide turistiche”. Il liceo ha presentato un programma davvero molto interessante per la serata: alle ore 18 il dirigente scolastico, la professoressa Carmela Santarcangelo, ha salutato, insieme alle Autorità, tutti i presenti presso l’Aula Magna del Liceo, dando inizio alla serata e sottolineando l’importanza dell’istituto: “Mi sento orgogliosa di essere a capo di questo istituto, veicolo importante di conoscenze. L’unico liceo salernitano che conserva ancora la dicitura classica e la sua cultura intrinseca”. Ma non soltanto “le parole” le protagoniste della serata: lezione-spettacolo di hip hop, step e cha-cha-cha, curate dai professori di educazione fisica dell’istituto: “abbiamo integrato nelle nostri lezioni, un vero e proprio corso di danza sportiva, vincendo anche un concorso, così i ragazzi socializzano meglio e vedono anche noi professori sotto un’altra veste” sottolinea Adelaide Belpedio, che insegna oramai da anni nello storico liceo. Lezioni d’inglese con la proiezione di film in lingua originale, laboratorio multimediale di filosofia, laboratori artistici e tante altre attività sono state svolte dagli alunni per tutta la serata. Ma la novità è l’apertura della biblioteca del liceo, che ha ospitato una grande mostra storica con esposizione di documenti del 1860/61 in cui sono comparsi nomi illustri, come quello di Alfonso Gatto e Luigi Guercio. In più la proiezione dei numeri storici del giornalino d’istituto curata dalla medesima redazione di “giornalisti in erba”. Alunni e docenti danno quindi appuntamento al 25 gennaio, per l’Open Day, in cui gli studenti del “domani” potranno osservare il presente dello storico liceo. Brigida Vicinanza

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->