Al Morra arriva il Roccella, la Gelbison cerca un successo per blindare il terzo posto

Scritto da , 13 Giugno 2021
image_pdfimage_print

VALLO DELLA LUCANIA – Dopo tre settimane di stop torna in campo la Gelbison. Oggi pomeriggio alle 16 allo stadio Morra la squadra di msiter Ferazzoli ospiterà il fanalino di coda Roccella. Non gioca dal 23 maggio, giorno dell’amara sconfitta sul campo della Fc Messina, la squadra rossoblù che però oggi potrà contare sull’apporto dei propri tifosi che finalmente potranno tornare a colorare gli spalti dello stadio Morra. In base alle restrizioni del momento sarà consentito l’accesso agli spalti a 400 tifosi, per un massimo del 25% della capienza dell’impianto. I biglietti si potranno acquistare solo ed esclusivamente in prevendita sia online sul sito www.postoriservato.it al costo di euro 10 più un euro di prevendita, che presso l’impianto sportivo di Vallo della Lucania. Tutti i possessori di biglietti dovranno presentarsi muniti di documento di riconoscimento. Gli stessi possessori di titoli d’accesso dovranno sottoporsi al rilevamento della temperatura, rispettare il posto assegnato e indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento. Con i tifosi al proprio fianco, quindi, la Gelbison cerca di ripartire di slancio, in questa terzultima giornata di regular season. Contro il Roccella, già condannato al ritorno in Eccellenza, la Gelbison cerca tre punti per tenere a distanza in questo finale di stagione Acireale e San Luca e per blindare il terzo posto che avrebbe un peso specifico importante in chiave play off. Calendario alla mano, invece, appare più difficile raggiungere la Fc Messina, seconda con quattro punti di vantaggio proprio sui vallesi. “Finalmente torniamo a giocare, siamo molto carichi – ha dichiarato il bomber della Gelbison Mesina – Abbiamo perso molte volte il ritmo in questa stagione ma ora cercheremo di fare il meglio in queste tre gare in otto giorni e poi penseremo a dare il massimo ai play off. Col Roccella dovremo essere bravi a sbloccarla subito ma giocando con attenzione. Noi abbiamo tutto da perdere mentre loro potrebbero giocare con maggiore spensieratezza. I tifosi? Finalmente ritroviamo un po’ di normalità. I tifosi ci hanno sempre fatto sentire il loro affetto e ora sarà una bella emozione rivederli sugli spalti”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->