Al Liceo De Filippis Galdi si celebra la giornata mondiale degli insegnanti

Scritto da , 4 Ottobre 2021
image_pdfimage_print

di Monica De Santis

A Cava de’ Tirreni presso il liceo “De Filippis-Galdi” si terrà la Giornata mondiale degli insegnanti, organizzata in collaborazione con l’Associazione Italiana Maestri Cattolici “Giovani insegnanti: il futuro della professione”. E’ questo il tema della giornata mondiale degli insegnanti 2021. Giornata istituita dall’Unesco il 5 ottobre del 1994 per una riflessione sul ruolo dei professionisti della formazione, sulle sfide che affrontano quotidianamente, sulle difficili condizioni di lavoro a cui sono sottoposti. Ma anche una giornata che vuole commemorarele organizzazioni di insegnanti in tutto il mondo. Il suo obiettivo è quello di mobilitare il sostegno agli insegnanti e di garantire che i bisogni delle future generazioni continuino ad essere soddisfatte dai docenti. In molti Paesi del mondo saranno organizzati eventi per richiamare l’attenzione su una figura chiave nella crescita delle nuove generazioni. A un anno e mezzo dall’inizio della pandemia di COVID-19, la Giornata mondiale degli insegnanti 2021 sottolineerà il supporto che deve essere fornito agli insegnanti per partecipare pienamente al processo di recupero. Anche Cava de’ Tirreni, come detto, sarà presente con un incontro, organizzato dal Liceo “De Filippis Galdi”, e quindi martedì 5 ottobre, alle ore 10,30, presso la sala riunioni del complesso monumentale di “San Giovanni” si terrà l’incontro al quale parteciperanno tra gli altri la Dirigente scolastica del Liceo “De Filippis-Galdi”, Maria Alfano, ed ancora il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli, e poi l’Assessore all’Istruzione, Lorena Iuliano, e la Presidente provinciale dell’AIMC, Angelina Lamberti, che porteranno i loro saluti ai presenti. Subito dopo seguiranno gli interventi della Presidente Regionale dell’AIMC, Antonietta D’Episcopo, su “La solidarietà magistrale” e Di Simona De Simone, Psicologa e Mediatore familiare, su “Rapporto dicotomico tra insegnamento e psicologia”. Poi sarà la volta degli studenti delle classi del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico-sociale che, guidati dalle Professoresse Carmela Di Nino, Grazia Gentile, Daniela Paolillo e Antonella Sellitti, si cimenteranno nella lettura degli articoli 33 e 34 della Costituzione italiana ed in performances teatrali per esprimere riflessioni sul valore della cultura scolastica. “Ora che anche l’Agenda 2030, approvata dalle Nazioni Unite, annovera l’Istruzione di qualità tra i 17 obiettivi – dichiara la Preside Maria Alfano – garantire una istruzione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento continuo per tutti è una sfida che gli insegnanti accolgono con forte determinazione ma anche con la consapevolezza che tutta la società civile è chiamata al dovere di educare le giovani generazioni.”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->