Agropoli tonfo in Coppa: Pietropinto contestato

Scritto da , 18 agosto 2013

AGROPOLI-REAL METAPONTINO 3-5 (dcr)
Agropoli Real Metapontino
>
>Agropoli Capotosto,5Amendola,8Guarro5,Chiavazzo4,Panini6,Scognamillo,
5Pellegrinò3,(Capozzoli sv)Maisto5,(80’Girardi sv)Tarallo,5(80′ Ragosta7)
Maisto5,Vitale6.All.Pietropinto a disp. Carezza,Capozzoli,Cascone,De Falco,
Ragosta,Toscano,Landolfi,Giraldi.
>
>
>
>Real Metopontino :Di Gennaro7,Ragno,5 (55 Taorè)Cati5,(Cirigliano dal 70′)
Manzillo6,Lo Russo6,Digno6,Cadaletta6,Cordisco6,Covelli6,,Pignata7,Mascolo6.
all. Lo Garzò.A Disp.Marino,Marchesano,Toure,Giacobbe,Cirigliano,Di Senso
>Arbitro Di Gioia di Nola
>Assistenti Carnevale e Catallo di Frosinone
>
>Ammoniti Cordisco,Amendola.Terreno buone condizioni,spettatori 700 circa.
angoli 3-2 per l’Agropoli.
>Agropoli.Il Real Metompontino ha meritato di passare il turno ad Agropoli a
conclusione di una partita giocato con ardore e fame cosa che è mancata ai
super pagati giocatori dell’Agropoli.Delusione per la tifoseria e imbarazzo per
la SOCIETÁ che ha fatto uno squadrone ma ha preso un’alleanza torre scarso e i
risultato di ieri ha messo a nudo tutti i limiti di un tecnico pluri esonerato,
non aggiornato e ormai fuori dai circuiti. I giocatori dell’Agropoli sono di
qualità e si vede ma non hanno fame, in special modo quelli portati dal
mediatore Somma i quali sembrano soltanto aver firmato per il solo scopo che si
trovano in una società solida e con le maniche larghe.L’Agropoli gioca male e
le conclusioni di Palumbo che impegna il portiere dalla distanza e di Vitale
che cerca l’angolo basso,il portiere si supera,sono l’avvio di una gara che
fino alla fine evidenzierà la grande qualità dei singoli e l’incapacità, se c’è
ne fosse il bisogno, dell’allenatore che non ha dato una identità alla
compagine del presidente Cerruti.Parte con tre punte Pietropinto perchè non ha
avuto il coraggio di far sedere in panchina uno dei tre attaccanti a
disposizione e questo è fatale all’Agropoli che sbanda,non equilibrio e il solo
Maisto a centrocampo rimane sovente solo perchè Chiavazzo è imbarazzante,è un
esterno e Pellegrinò è scarso.Il migliore in campo è stato Amendola l’esterno
basso del’Agropoli, molto bravo. L’assenza di D’Attilio si sente moltissimo.
Allo scadere del primo tempo Panini va vicino al goal ma il portiere è bravo e
proprio all’ultimo secondo della prima frazione di gioco L’argentino Pignatta
va in goal di testa dopo un incertezza del portiere.Si torna in campo nella
ripresa con i delfini voglioso alimento di pareggiare, sale in cattedra Tarallo
che va in più di una circostanza vicino al goal,sempre di testa. L’azione
migliore si registra a metà della ripresa quando Maisto serve Palumbo che
imbecca tarallo,la testata dell’ex Sarnese è bella ma imprecisa.Un minuto dopo
sontuoso Vitale,palla al piede la gira da fermo,ribatte il palo. Il Real
Metopontino non c’è più ma i delfini sono confusionari e privi di gioco.Palumbo
di testa sfiora il pari allo scadere e all’ultimo minuto Ragosta da poco
subentrato batte il portiere ospite in contropiede.si va ai rigori e passa il
Real Metompontino che troverà il Taranto e l’incasso.Malumori in tribuna per
Pietropinto mentre la squadra nonostante l’uscita dalla coppa Italia riceve
l’applauso del pubblico.
>Sergio Vessicchio

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->