Agro nocerino. Falsi ciechi con indennità e stipendio

Scritto da , 12 febbraio 2016
image_pdfimage_print

NOCERA INFERIORE. Non solo avrebbero intascatol’indinnità di invalido civile ma sarebbero stati assunti anche nelel pubbliche amministrazioni come categorie protette, traffundo allo Stato anche diverse centinaia di migliaia di euro. E’ quanto accaduto in diverse regioni italiane, con finti ciechi scoperti dalla guardia di finanza. Ed alcuni di questi sarebbero dell’Agro nocerino.
Un fenomeno preocupante che ha messo in azione i finanzieri del Nord Italia per verificare la veriditicità dell’affermata  e certificata cecità parziale e poi quella totale. E a dispetto dell’infermità, i presunti ipovedenti o del tutto ciechi sarebbero statifilmati mentre svolgevano le normali attività diq ualsiasi persona, senza alcun auslio, fosse l’accompagnamento di un’altra persona o l’uso di un bastone.
E così, fingendosi ciechi intascavano sia i soldi della specifica indennità prevista per legge sia lo stipendio del lavoro ottenuto attraverso “l’inganno”.
Se da un lato, in diversi casi è stato provata la facilità di ingannare anche esperte commissioni mediche per le invalidità civili è probabile che venga esaminato, da parte degli inquirenti, il comportamento dei commissari nel giudizio di cecità parziale o totale certificata a questi finti ciechi.
Tra gli indagati anche un nocerino.
L’importante che oltra alla restituzione del maltolto alle casse dello Stoto, questi finti ciechi vengano anche licenziati dai posti di lavoro che hanno acquisito illegalmente.
Le indagini sono in corso e potrebbero essere concluse a breve.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->