Agenzie matrimoniali, il trend è positivo. «Social, vetrine vuote»

Scritto da , 6 Gennaio 2019
image_pdfimage_print

di Matteo Maiorano

Uno dei punti di incontro del mondo virtuale e social con quello reale, negli ultimi tempi è sempre più quello degli incontri che grazie alle vetrine che offrono i social network sono sempre meno “al buio”, ma per quelli che preferiscono non lasciare nulla al caso, almeno per il primo incontro, quello decisivo per decidere se una relazione può impianarsi o meno, sempre più persone hanno fatto cadere il tabù dell’agenzia matrimoniale ed in numero crescente si rivolgono a professionisti per le questioni di cuore La crescita ed il mantenimento della fetta di mercato è in positivo. Le agenzie matrimoniale, speciale nel settore della relazioni sentimentali, stanno vivendo un momento di controtendenza rispetto agli altri campi lavorativi. La crisi, che da ormai un decennio attanaglia il vecchio continente, sembra non aver trovato spifferi nelle attività che fanno dell’amore il loro punto fermo. «Le persone continuano a rivolgersi alle agenzie matrimoniali – dice Giovanna – altrimenti il nostro settore verserebbe sull’orlo della crisi. Devo dire che, in barba alle tendenze che soffocano gli altri campi lavorativi, il trend è in miglioramento da qualche anno a questa parte. Uomini e donne entrano nel nostro esercizio in numero egualitario, non c’è quella vergogna o quel timore di rivolgersi a professionisti del settore che molti possono, sbagliando immaginare. Anche qualche straniero si è rivolto a noi, ma per il novantanove per cento sono italiani, anche perché sono sorte di recente agenzie che offrono la loro competenza prettamente per stranieri in cerca di una relazione stabile matrimoniale, soprattutto per le ragazze dell’Est». Giovanna Barone cura la propria agenzia matrimoniale Harmony, sita in via Francesco Napoli a Baronissi e ci ha fornito il polso della situazione in tempi in cui il fake è di moda anche nel relazionarsi e presentarsi. La tecnologia oggi offre grandi margini di manovra ma non si ha mai la certezza di chi parli dietro ad una scrivania, di chi si incontra… «Nella nostra attività, anche grazie ai diversi certificati che richiediamo ai nostri clienti, come quello di stato libero, si ha più sicurezza della persona che si va ad incontrare. Si ha maggiore consapevolezza ed il rapporto che si andrà a creare ha maggiori possibilità di durata. Siamo specializzati nel far fiorire relazioni serie, seleziono fin dal primo approccio determinate persone: mentre sul web si ricerca per lo più l’avventura, noi siamo per un recupero dei valori tradizionali». Oggi sono sorti perfino siti appositi per i tradimenti, oltre le varie chat come Meetic e Badoo… «I nuovi social sembrano un’accozzaglia di vetrine, c’è necessita di scavare più a fondo». Ad una donna è venuto in mente di vendere il marito a 18 euro su Ebay. «Questo fa comprendere che non di rado c’è mancanza di valori».

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->