Aeroporto, Fasolino riconfermato

Scritto da , 8 novembre 2014

Si è tenuta ieri a Napoli, presso la sede della Presidenza della Giunta Regionale della Campania, l’Assemblea ordinaria della società consortile “Consorzio Aeroporto di Salerno-Pontecagnano». Un passaggio decisivo per permettere l’ingresso della Regione Campania. Il punto decisivo la modifica dello Statuto per accogliere le richieste dell’Ente di palazzo Santa Lucia e dare seguito allo sblocco dei finanziamenti. Poi c’era da rinnovare anche il Consiglio di amministrazione del consorzio. Riconfermata in primo luogo la presidenza di Antonio Fasolino, dimessosi ieri per un atto di cortesia nei confronti dell’amministrazione provinciale. E’ stato riconfermato Ambrogio Carro ed eletti Salvatore Loffredo- direttore Coldiretti, Mariano Lazzarini per la Camera di commercio, e l’avvocato di Pisciotta Nanni Marsicano. Revisori dei conti sono stati eletti; Gianni Casella, Antonio Alfano e Remo Rescigno. «Oggi l’aeroporto –dichiara il neo presidente Fasolino- ha una compagine sociale auspicata dal Governo Renzi nel corso degli incontri tenuti nella Conferenza Stato-Regioni. L’opera svolta dalla filiera locale è stata eccellente ed ha permesso, dopo 30 anni d’inerzia, di produrre risultati in poco tempo, e non si capisce per quale motivo non sono stati realizzati anni addietro». Dopo il fermento degli scorsi anni dunque, sembra tirare aria di cambiamento, soprattutto in seguito all’approvazione della delega per la liquidazione di un capitale sociale di 2 milioni di euro, già in arrivo dalla Regione Campania e in trattativa avanzata da parte della Regione Basilicata. Si tratterebbe dunque del 48% del capitale necessario a risollevare lo scalo. «Abbiamo colmato il ritardo amministrativo per cui oggi lo scalo entra in una partita nazionale che dovrà vedere protagonisti Governo e Regioni, organi titolari del potere attuativo di tutti gli sforzi fino ad ora prodotti»- ha continuato il presidente, sottolineando l’impossibilità da parte sua di rinunciare alla poltrona di presidente fino al completamento dell’operazione d’ingresso delle Regioni. «Conclusa questa fase, -ha affermato- coerentemente con quanto da me sempre predicato, mi dedicherò ad altro, poiché svolgere due o più ruoli contemporaneamente per quanto mi riguarda non è una cosa eticamente corretta». Nella stessa sede è stato poi insediato il nuovo consiglio d’amministrazione della Società di gestione “Aeroporto di Salerno-Costa d’Amalfi spa”. A capo del Cda è stato eletto l’ingegnere Antonio Ilardi, il quale ha dichiarato di accogliere il ruolo con il “consueto spirito di servizio” e l’entusiasmo che ha già contraddistinto gli anni nei quali ha operato all’interno del consorzio, indossando i panni di vicepresidente. Ha poi subito pensato ad illustrare i suoi obiettivi, lasciando anche spazio a qualche aspettativa positiva riguardo alla capacità del territorio di cogliere con spirito di unità questa opportunità di sviluppo accompagnata dalla Camera di Commercio di Salerno, oltreché dalle Regioni Campania e Basilicata: «Darò assoluta priorità al potenziamento infrastrutturale dello scalo puntando, fin da subito, a richiedere lo sblocco del decreto interministeriale di gestione totale e promuovendo ogni attività tecnica necessaria per la cantierizzazione dei lavori». Per la Spa sono stati in seguito nominati consiglieri gli avvocati Walter Mauriello e Olindo Lanzara. L’incontro si è poi concluso nella stanza del Governatore Stefano Caldoro, con una bella stretta di mano tra Fasolino e il presidente della Provincia Giuseppe Canfora, il quale non ha perso l’occasione di complimentarsi con lui per il gesto di garbo istituzionale compiuto, presentando le dimissioni alla vigilia dell’assemblea. Maria Rainone

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->