“Abbiamo il dovere di parlare e di gridare”

Scritto da , 15 Novembre 2020
image_pdfimage_print

di Mena Bove

“Da oggi siamo chiusi nel nostro comune di appartenenza e non ci possiamo spostare se non per motivi di lavoro o di salute. Qualcuno è felice qualcun altro no. Per qualcuno il Lock down è giunto anche troppo tardi, per altri bisognava organizzarsi per circoscrivere il virus e non mettere ai domiciliari i cittadini. Hanno tutti ragione, per il semplice motivo che ognuno di noi guarda dal suo punto di vista. Certo è che il tira e molla tra il governatore De Luca ed il premier Conte ai tanti non è piaciuto. In merito si era espresso, via social, anche il sindaco della città, Manlio Torquato

L’articolo completo sull’edizione digitale di oggi

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->