A Vietri sul Mare il dibattito “Cinema e territorio” per la promozione del borgo costiero

Scritto da , 26 Novembre 2019
image_pdfimage_print

Promuovere il patrimonio architettonico e culturale attraverso l’arte cinematografica, nell’ottica di una promozione turistica dinamica e al passo con i tempi.

E’ l’obiettivo della Pro Loco di Vietri sul Mare che ha organizzato per il prossimo sabato 30 novembre un dibattito dal titolo “Cinema e territorio: riconoscere il patrimonio culturale di un territorio, conservarlo e promuoverlo attraverso le immagini”.

All’incontro, in programma presso i locali dell’Unione Sportiva Vietrese in Corso Umberto alle ore 18, prenderanno parte il primo cittadino, Giovanni De Simone; Mario Ferrara, del Giffoni Film Festival e della Fondazione Giffoni; Andrea Ferraioli, presidente della rete di sviluppo “Costa d’Amalfi”; Antonello Capozzolo, assessore al turismo di Vietri sul Mare. Il tavolo sarà moderato dal giornalista Andrea Pellegrino.

Nel corso dell’evento, inoltre, verrà proiettato il cortometraggio “Sei ore notte” della Hitch2 Produzioni, per la regia di Umberto Rinaldi e ambientato a Marina di Vietri. Il corto è stato realizzato con il contributo della regione Campania della Fondazione Film Commission Regione campania.

“La particolarità di questi piccoli film” afferma il regista Umberto Rinaldi “sta nella la loro capacità di assorbire dal territorio la realtà raccontata, al punto tale da rendere difficile immaginare quelle storie senza territorio e quel territorio senza quelle storie. Un approccio a metà tra il documentaristico e la fiction. La stessa magia la proietta “Sei ore notte”, un racconto che respira e prende forma attraverso il territorio, instaurando con esso un legame inscindibile”.

E poi: “L’idea di realizzare il progetto a Vietri sul Mare si è sostanziato, in tutta la sua interezza, quando -la notte tra il 7 e l’8 dicembre del 2016- abbiamo vissuto, per la prima volta, i falò dell’Immacolata”.

“L’idea è proprio quella di prendere spunto dalla proiezione del cortometraggio” dichiara Cosmo di Mauro, presidente della Pro Loco di Vietri “per allargare la discussione ad un tema che può offrire delle opportunità: cinema e territorio. Abbiamo volentieri aderito e supportato questo progetto quando -qualche anno fa- ci è stato proposto, consapevoli che si trattasse di una opportunità di promozione turistica dinamica, al passo con i tempi. Il corto, ambientato totalmente a Vietri sul Mare, fa risaltare alcune tra le più importanti tradizioni e consuetudini di folclore, cultura ed identità Vietresi, come la antichissima festa dell’Immacolata.”
La Costiera ha da sempre, nelle sue corde, una vocazione cinematografica: dal film “Menzogna“, girato tra Vietri sul mare e Cetara nel 1952 a “Cerasella”, commedia comico-sentimentale del 1959, con protagonisti  Mario Girotti (divenuto in seguito celebre con lo pseudonimo Terence Hill) e Claudia Mori, quindicenne, al debutto come attrice. Ad alcune scene de “La principessa Sissi” girate a Villa Cimbrone: quando Ravello “interpretava” Corfù. Alla fiction “Capri”, che è stata girata tra le meraviglie di Vietri sul Mare e Cetara. Ed ancora si rammentano: “Sotto il sole della Toscana” con Diane Lane e “Si accettano miracoli” di e con Alessandro Siani.
“Quando un territorio diventa location cinematografica” prosegue Di Mauro “si attivano processi virtuosi diversificati che alimentano l’economia nell’immediato e -attraverso le immagini- creano delle suggestioni che danno un più ampio respiro al turismo”.

Consiglia

Lascia un commento

Puoi eseguire il login con Facebook

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Per completare inserire risultato e prosegui * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->