“A Salerno, le opere pubbliche diventano presto private”, l’attacco di Flavio Boccia

Scritto da , 14 Giugno 2021
image_pdfimage_print

Le opere pubbliche a Salerno, oramai subito dopo l’inaugurazione diventano di utilizzo privato: è quanto sostiene Flavio Boccia che punta l’attenzione su una “liberalizzazione” delle opere che, in città stanno prendendo vita, attaccando l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Vincenzo Napoli. Infatti sulla spiaggia di Mercatello dove è stata effettuata un’importante opera di ripascimento con soldi pubblici , dopo qualche settimana è stata resa privata senza mezzi termini, negando con alcune recinzioni (da regime) anche l’accesso al bagno asciuga demaniale. “La cosa più vergognosa è che è stato negato l’utilizzo della spiaggia a chi non ha disponibilità economiche adeguate, rendendo l’opera pubblica, i cui costi sono a danno dei cittadini, a totale utilizzo privato e per le persone che posso permettersi il lettino e l’ombrellone – ha attaccato Boccia – Questa oramai è una modalità tutta salernitana che decanta di essere una città europea senza conoscere nemmeno minimamente cosa significhi, in tutte le altre città viene avvantaggiato il cittadino ed il privato allo stesso modo”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->