A Salerno Formisano “conquista” due consiglieri comunali

Scritto da , 17 dicembre 2012

Luciano Ceriello ha scelto la linea Fomisano. Con lui, non manca una parte dell’Idv che, nella scissione, ha aderito al movimento di Donati e Formisano. Così anche a Salerno e provincia “Diritti e Libertà” sta prendendo piede, sotto la guida dell’ex segretario provinciale dell’Italia dei Valori Luciano Ceriello. Questa mattina a Napoli (nella sede di Diritti e Libertà), si presentano i coordinatori provinciali del movimento giovanile. A guidarlo sarà Giuliano Polimeno di Scafati. 
Tornando ai senior: a Salerno città sembra che il movimento possa raggiungere l’accordo con un paio di consiglieri comunali di maggioranza, pronti ad aderire al nuovo progetto di “Diritti e Libertà”. Già in settimana i nomi potrebbero essere ufficializzati. Così come a Palazzo Sant’Agostino. Anche qui, secondo il segretario provinciale Ceriello sono in corso trattative con alcuni consiglieri provinciali. Al momento, sulla carta, si contano le adesioni degli ex Idv, Filomena Fallo (già vicesindaco di San Marzano sul Sarno), di Maria Marsiano (già candidata alle elezioni regionali) e del docente universitario Raffaele Palumbo. 
Solo sabato sera, proprio alla presenza di Nello Formisano, sono state ufficializzate cinque iscrizioni di amministratori comunali. In particolare Carlo Sabbarese e Vincenzo Santoro di Calvanico, Giovanni Aliberti – consigliere comunale di Siano; Mirko Chiola, consigliere comunale di Palomonte e Mario Policastro, assessore di San Gregorio Magno. Ma annuncia Ceriello: «Diritti e Libertà è presente anche a Nocera, Cava de’ Tirreni, Battipaglia, Scafati, Eboli, Sarno, Pontecagnano e nel Golfo di Policastro». «In meno di un mese – spiega il segretario provinciale – abbiamo raggiunto risultati che sono andati al di là delle aspettative più felici». Venti amministratori, per ora, svela Ceriello, «ma altri arriveranno ben presto». 
Ma annuncia: «Le adesioni sono comunque frutto di una scelta attenta e noi valutiamo ognuno che entra all’interno del partito. Vogliamo crescere, ma crescere bene, coinvolgendo e sollecitando soprattutto la società civile, e consentendo l’adesione solo i consiglieri comunali che provengano dal centro sinistra o da quella importante esperienza politica che è costituita dalle liste civiche, e abbiano alle spalle una storia di impegno politico e sociale assolutamente trasparente».
Nessuna improvvisazione, dunque, o un «rifugio per chi è in cerca di una nuova casa politica» per Diritti e Libertà che annuncia liste con proprio simbolo, non solo per la Camera e Senato (a supporto del Pd) ma anche nei comuni interessati dal voto amministrativo. 
«Presenteremo liste autonome – dice Ceriello – a sostegno, naturalmente del centrosinistra, a Scafati, Pontecagnano e Campagna. Probabilmente anche a Calvanico, dove ci sono state importanti adesioni».

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->