A Frosinone solo con la tessera del tifoso

Scritto da , 7 maggio 2014

di Marco De Martino

SALERNO. Un vero e proprio braccio di ferro. E’ quello in atto tra le Forze dell’Ordine di Frosinone, la Lega Pro e… la società gialloblù. Alla fine a soccombere sarà, con ogni probabilità, la Lega Pro che non potrà vedere realizzato il proprio progetto del “Porta due amici”. Questa mattina partirà la prevendita dei biglietti anche per la tifoseria salernitana, dopo che ieri è stato ufficializzato l’inizio di quella per i laziali. Una prevendita che sarà aperta soltanto ai possessori della tessera del tifoso oppure della supporters card. Niente agevolazioni dunque, per i sostenitori granata, come chiesto a gran voce dal vulcanico direttore sportivo del Frosinone Salvini che ha minacciato le dimissioni nel caso fossero state concesse. E così il grosso della tifoseria granata, la parte più calda e passionale, rimarrà a Salerno a soffrire. Questo perchè i gruppi ultras non ci stanno a tesserarsi e, a costo di rinunciare al loro amore più grande, non parteciperanno alla trasferta al Matusa. E’ da escludere anche il viaggio alla volta di Frosinone di tifosi salernitani senza tessera e quindi senza biglietto, visto che proprio a Frosinone, per una gara relativamente tranquilla come quella di Coppa Italia e senza aver provocato alcun disordine, furono diffidati ben 25 ultras proprio perchè sprovvisti di tessera del tifoso. Accontentato il Frosinone, dunque. Una sconfitta bruciante invece, quella che si sta consumando in queste ore per la Lega Pro e le direttive di Ghirelli e Macalli.  Fino a ieri proprio il direttore generale della Lega Pro continuava ad essere convinto che sarebbe stato applicato, anche per Frosinone-Salernitana, il “Porta due amici”. Sia Ghirelli che Macalli dovranno però sottostare alle decisioni del Gos. Questa mattina a Firenze avverrà la riunione del Consiglio Direttivo della Lega Pro con i rappresentanti delle società che parteciperanno ai play off ed ai play out. Un appuntamento importante che servirà a determinare le linee guida da seguire in questa importantissima appendice della stagione. La Lega Pro proverà almeno ad ottenere il placet per la disputa della partita del Matusa alle 21 come stabilito lunedì, per consentire la massima visibilità dell’evento in diretta televisiva. Il paradosso è però dietro l’angolo. Sì, perchè quasi in concomitanza, qualche chilometro più a nord si giocherà Roma-Juventus, sfida ormai inutile ai fini del campionato ma che richiamerà l’attenzione di migliaia di tifosi, anche a livello mediatico. E così la scelta di far giocare Frosinone-Salernitana in notturna potrebbe rivelarsi controproducente sia in termini di ascolto sia per quanto riguarda l’ordine pubblico. Una decisione verrà presa nelle prossime ore. Il Gos ha chiesto l’anticipo alle 16 proprio per evitare la sovrapposizione dei due eventi, la Lega Pro tiene duro ed ha fatto sapere di aver confermato la notturna. Alla fine, dopo il no al “Porta due amici”, potrebbe passare la linea della Lega per una sorta di “compromesso”. Le Forze dell’Ordine però potrebbero restare ferme sulle proprie posizioni ed imporre il ritorno all’orario originario. Se ne saprà di più oggi, anche se dopo la confusione e la ridda di voci delle prime quarantotto ore di questa settimana che culminerà con il match decisivo tra Frosinone e Salernitana, tutto ed il contrario di tutto sono ancora possibili.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->