Scritto da , 29 maggio 2018
image_pdfimage_print

La polizia di Stato salva, in extremis, un uomo che stava tentando il suicidio. E’ accaduto nella tarda serata di ieri: un 60enne stava per lanciarsi nel vuoto dal ciglio della strada prospiciente un alto dirupo. L’intervento della Polizia è stato operato intorno alla mezzanotte, dopo che un uomo poco prima aveva telefonato al numero d’emergenza e, parlando con l’operatore della Polizia, ha dichiarato di essere sul punto di suicidarsi, a causa di vicissitudini personali che l’avevano gettato in forte stato di prostrazione psicologica. L’agente della sala operativa ha quindi dialogato con l’uomo, residente in provincia di Salerno, che, tuttavia, non intendeva rivelare la sua esatta posizione, pur dicendo di essere a Salerno in un posto sufficientemente in alto da cui potersi lanciare nel vuoto. Grazie alle informazioni ottenute dai colleghi della Sala Operativa, l’uomo è stato subito dopo trovato in strada da una pattuglia della sezione Volanti in via Benedetto Croce; gli agenti hanno infatti notato un uomo che aveva già scavalcato una ringhiera che dava, da una notevole altezza, sulla scarpata, mantenendosi in precario equilibrio e sporgendosi con il corpo verso il vuoto. Gli agenti hanno raggiunto la persona che, inizialmente, minacciava di lanciarsi nel vuoto in caso di ulteriore avvicinamento, e poi hanno provato a parlargli per infondergli serenità e farlo desistere dal compiere l’insano gesto. Gli agenti sono riusciti ad instaurare un dialogo efficace con la persona in difficoltà riuscendo a diminuire la distanza tra loro e l’uomo. Quando l’uomo ha poi mostrato chiari segni di volersi lanciare, dando le spalle alla ringhiera e volgendosi definitivamente verso il vuoto per lanciarsi, gli agenti sono intervenuti simultaneamente per porlo in sicurezza e lo hanno tratto definitivamente in salvo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->