4.000 domande per lavorare in Salerno Pulita: ci sono solo 300 posti

Scritto da , 27 gennaio 2014

Sono stati 4.231 gli aspiranti operatori di Salerno Pulita. Alla prova scritta ne sono passati poco più di 300; 100 per ogni categoria di selezione. Non smette di far discutere il bando redatto dalla Praxi spa per la selezione di personale (in tre categorie differenti: operatore servizi di pulizia, operatore raccolta differenziata, operatore igiene ambientale). Nella giornata di ieri sono stati resi noti gli elenchi di coloro che, sulla base della presentazione dei titoli di merito richiesti (ovvero una autocertificazione nella quale si dichiara di essere in possesso di una esperienza nel settore), sono riusciti a rientrare, compresi gli ex aequo, nella 100esima posizione. Le tre differenti prove scritte si terranno il prossimo 4 febbraio presso il centro sociale di Salerno. Dunque, dalla prova scritta sono rimaste escluse quasi 4.000 persone. In molti hanno già promesso battaglia alla luce del fatto che di questo criterio di selezione sono convinti veramente in pochi. Basti pensare che tra gli ammessi ci sono anche ragazzi nati nel 1993 e dunque ci si chiede quale esperienza possano aver maturato tale da riuscire a superare, in termini di punteggio, persone che di anni di lavoro, proprio in questo settore ne avevano maturati qualcuno in più. In secondo luogo c’è sempre il “problema” di quegli interinali che dopo quattro anni di lavoro continuato presso la Salerno Pulita ancora non vedono aprirsi le porte delle assunzioni a tempo indeterminato, ma anzi restano inermi dinanzi a nuove graduatorie. Ed a raccogliere le lamentele di numerosi esclusi è stato il consigliere comunale Giuseppe Zitarosa che, sin dall’inizio, ha espresso i propri dubbi sul bando di selezione. «La solita gestione clientelare – spiega il consigliere di Forza Italia – Non sapremo mai se gli esclusi potranno essere più adatti ed idonei a svolgere le mansioni richieste da “Salerno Pulita” S.p.A. visto che non partecipano alla selezione probabilmente perché non hanno qualche santo in paradiso o hanno presentato, secondo un astruso criterio cronologico, la domanda dopo gli altri che, forse, erano stati preventivamente avvisati. Chiediamo all’amministratore unico di Salerno Pulita (Nino Barbato, ndr) di rivalersi nei confronti della Praxi qualora fosse riscontrata quale violazione nel bando». (man)

Consiglia