35 milioni per la Piazza; 200 mila euro per il Ghirelli; 15 mila per la protezione civile

Scritto da , 25 maggio 2017
di Andrea Pellegrino
Quasi 35 milioni di euro sono stati appostati nel bilancio di previsione del Comune di Salerno per Piazza della Libertà. Le cifre sono state iscritte tutte nei capitoli consegnati ai dirigenti con l’approvazione dei Piani esecutivi di gestione parte della giunta Napoli. Nel dettaglio, spulciando i capitoli del settore ambiente guidato da Luca Caselli, compaiono: 8 milioni di euro per piazza della libertà e sottostante parcheggio; 3 milioni e 900mila euro per il completamento della pavimentazione; 1 milione e mezzo per il terzo lotto (passeggiata a mare); quasi 2 milioni di euro per la viabilità, urbanizzazione e deviazione Fusandola; 1 milione e mezzo per le opere completamentari; 12 milioni e 800mila euro per risorse conformi; ulteriori 3 milioni e 400mila euro su un capitolo “Piazza della Libertà”. Un milione circa, invece, appartiene al settore guidato dal dirigente Micillo e dovrebbe provenire direttamente dai Poc regionali, sempre per il completamento di Piazza della Libertà. Dunque, una cifra elevata per il cantiere di Santa Teresa che pesa notevolmente sul nuovo bilancio comunale.
Dalla Regione Campania arrivano 3 milioni di euro per il Teatro Verdi mentre si prevedono 200 mila euro per la riqualificazione del Ghirelli. Appena 15 mila euro sono stati previsti per la protezione civile mentre 150 mila euro serviranno al settore avvocatura per la “refusione per le liti in corso”. Dalla Regione Campania di Vincenzo De Luca arrivano per il 2017 anche 200mila euro per il Premio Vignelli, l’architetto che ha disegnato la S di Salerno. Iscritti in bilancio anche 150 mila euro per il festival Linea d’Ombra e 250 mila euro per il premio Charlot. Anche in questi due casi dovrebbe intervenire Palazzo Santa Lucia. Impegnati anche 1 milione e 200mila euro circa, come prima trance del decreto ingiuntivo presentato dall’Uta della Protezione Civile per somme non versate dal Comune durante il periodo dell’emergenza rifiuti in Campania. Palazzo di Città, dovrà riconoscere in dieci anni circa 12 milioni di euro.

 

Consiglia