150 studenti Erasmus alla scoperta di Salerno

Scritto da , 2 ottobre 2015
image_pdfimage_print

Favorire il rapporto diretto tra i giovani e le istituzioni europee e nazionali è stato uno dei punti focali affrontato nel progetto “Erasmus Welcome days”. L’iniziativa sociale e culturale è stata presentata presso il Salone dei Marmi del Palazzo di Città. Hanno preso parte al dibattito, il sindaco Vincenzo Napoli, il consigliere comunale Nico Mazzeo, l’assessore alla cultura e Università di Salerno Ermanno Guerra, il professore Aiello delegato alla mobilità internazionale. Nel corso della conferenza sono intervenuti Luigi Aveno presidente dell’associazione “Aegee” e Rosalia Noto segretaria Esn di Salerno. “Un’importante occasione- ha detto Napoli- per approfondire lo scambio culturale e turistico nella città di Salerno, un invito che ha accolto circa 150 studenti universitari provenienti da diverse parti d’Europa. Il senso di accoglienza permetterà ai giovani studenti di apprezzare gli elementi architettonici e il lavoro mostrato nella realizzazione di monumenti insigni presenti nel Palazzo Fruscione, l’armonia e la bellezza della villa comunale, Piazza della libertà e la parte sorprendente che ha affascinato tanti turisti, la spiaggia di Santa Teresa”. “Sto lavorando con i ragazzi dell’associazione Aegee- racconta Nico Mazzeo- per curare i rapporti universitari e i flussi organizzativi per diffondere e dare maggiore valore all’esperienza Erasmus anche in termini di mobilità affinchè lo studio possa divenire anche un interfacciarsi di idee e di scambi sociali ed etici”. “L’Università degli studi di Salerno è dotata- ha detto l’assessore Guerra- di una buona formazione didattica e quindi saprà dare le giuste direttive ai giovani studenti. La conoscenza turistica che offre Salerno potrà rappresentare per questi ragazzi l’acquisizione di diritti civili non solo dell’Europa ma di tutto il mondo. L’unione di culture diverse riversate sul territorio salernitano potranno garantire una mobilità assoluta e un arricchimento sociale”. “Questo evento rappresenta un indicatore di mobilità- sostiene il professor Aiello- i dati riscontrati nel primo trimestre dimostrano una forza attrattiva con la presenza di 115 studenti provenienti dalla Spagna, 25 studenti dalla Turchia e in minima parte anche dal Brasile, Repubblica Ceca e Vietnam. La mobilità ha riscontrato successo grazie alla collaborazione del sindaco Vincenzo Napoli e l’amministrazione comunale”. “L’obiettivo principale dell’associazione Aegee è la sponsorizzazione sul territorio- ha detto Luigi Aveno- ci occupiamo in primis dell’accoglienza dove l’ospitalità assume un duplice significato inteso non solo per l’aspetto materiale bensì propenso a creare situazioni di agio dove tutti possono conoscersi attraverso convegni, eventi e gite turistiche. Questi aspetti rientrano in un processo di sensibilizzazione dove anche gli stranieri possono sentirsi uniti dal senso civico. Collaboriamo da anni con il consigliere Nico Mazzeo ad un progetto, “ Summer University”, garantendo ospitalità a circa 60 persone che hanno la possibilità di poter visitare e conoscere la costiera amalfitana e cilentana”. “Per dare un valore aggiuntivo al territorio salernitano – ha spiegato Rosalia Noto – abbiamo organizzato “An italian dinner”, una caccia al tesoro e per domenica è prevista una visita a Pompei. Semplici organizzazioni ma accomunate tutte dallo stesso obiettivo amplificare il senso dell’amicizia e capacità comunicative”. Mariangela Molinari

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->