Crescent, le integrazioni chieste da Miccio al Comune

Scritto da , 30 giugno 2014

Come anticipato da Cronache è arrivato il parere del soprintendente Gennaro Miccio che si è espresso in merito al progetto del Crescent in seguito alla relazione inviata un mese e mezzo fa dal Comune di Salerno. Una documentazione di 8 pagine, protocollata ed inviata a Palazzo di Città dove vengono sollevate  diverse criticità che vanno dall’inserimento urbanistico della struttura – ovvero la volumetria, ai materiali usati per i rivestimenti ed ai cosiddetti “coni visivi” cioè i rilievi eseguiti sulla vista mare, in più c’è la questione del fiume Fusandola.  Miccio ha avviato un tavolo tecnico a cui parteciperà il Comune per entrare nel merito delle questioni e fornire le dovute controdeduzioni entro 15 giorni. Dopodiché ne occorrono altri 45 per la risposta definitiva di Miccio. Quello espresso dalla Soprintendenza in sintesi sarebbe un parere negativo con preavviso, in attesa di ricevere dal Comune ulteriori documentazioni integrative.

Consiglia